Un po’ più di democrazia. Sulla traccia delle Sardine

Un’aria di festa contro un clima di odio. Lo stringersi insieme delle sardine è indizio di un desiderio di vita in comune che fa leva sulla solidarietà contro il ricorso ossessivo all’ansia, alla paura, all’allarme. Ma è anche indizio, l’ennesimo, di una doppia crisi della democrazia: della democrazia procedurale, che rimuove il nucleo libidico del “noi” e lo consegna al populismo; della democrazia rappresentativa, che non riesce più a dare forma unitaria alle istanze sociali. Prodotto e insieme possibile anticorpo della governance neoliberale, il “singolare-plurale” che invade le piazze ci ricorda che a questa doppia crisi si risponde solo praticando più democrazia