I facili entusiasmi digitali al tempo della pandemia

In un momento in cui il distanziamento sociale diventa un obbligo, gli strumenti digitali che favoriscono un “riavvicinamento” possono apparire come una manna, indispensabile cura anche contro gli effetti pandemici del virus. Bisogna guardarsi dai rischi che l’uso di questi strumenti comporta e non dimenticare le diseguaglianze che si sforzano di coprire.
Riceviamo e pubblichiamo un contributo di Maria Alessandra Panzera

La Rassegna Stampa del CRS

La nostra selezione di articoli pubblicati tra il 25 e il 31 marzo. INTERNAZIONALE: coronavirus, contagio in Africa e America Latina, ONU, G20, Cina, Malesia, India, Yemen, Siria, Israele, Brasile, Argentina, Cuba, USA, UE, Portogallo, Svezia, Francia, Germania, Ungheria, Polonia, Kosovo, Bielorussia, Russia, elezioni in Mali, Libia, migranti, sciopero degli affitti, reddito di base, Papa Francesco, prospettive future. NAZIONALE: coronavirus, politiche del Governo, reddito di base, tracciamento digitale, spese militari, politiche industriali, autonomia differenziata, Sud Italia, disuguaglianze, conflitto imprese-lavoratori, immigrati braccianti, carceri, Salvini, Mattarella, Papa Francesco, sinistra, rappresentanza, aborto. CULTURE: il pensiero al tempo del coronavirus, crisi ecologica, intervento pubblico in economia, globalizzazione, la guerra dei dati, arte in fuga, nello sguardo dell’altro, Paolo Giordano, conflitto sociale, società femminile, Comunismo necessario, Aldo Natoli

Dibattito: América Latina: ¿Qué pasa? La struttura produttiva latinoamericana: causa e soluzione del problema della crescita

L’America Latina sembra ricorsivamente in procinto di raggiungere il benessere dei paesi del primo mondo, ma è la sua struttura produttiva a farne una continua promessa mancata dello sviluppo economico. L’iniqua distribuzione del capitale, la bassa produttivà e la scarsa specializzazione delle sue imprese la confinano in un stato d’inefficienza e di enormi disuguaglianze. Lavorare su questi elementi, anche attraverso un migliore dialogo con l’UE, è fondamentale per la risoluzione dei suoi problemi. Un contributo di Federico Nastasi e Giovanni Stumpo per il CiSPI