Campagna tesseramento 2019


logomarchio430x174oriz-58d19

PERCHE’ ISCRIVERSI AL CRS

Nella sua ormai lunga storia, l’associazione CRS (Centro per la Riforma dello Stato – ONLUS) si è sempre caratterizzata per essere un luogo di riflessione, ricerca e iniziativa politico-culturale rappresentativo di una sinistra larga e plurale.

IERI

L’anno passato è stato segnato da numerosi eventi importanti, in particolar modo le elezioni politiche nazionali, che hanno modificato profondamente il volto del panorama politico italiano e non solo. Le nostre attività si sono incentrate sull’analisi della complicata situazione attuale e sullo studio delle prospettive di mutamento ed evoluzione future, anche in vista delle prossime elezioni europee. La nostra assemblea annuale del 4 dicembre dal titolo Oggi l’Europa” è stata dedicata proprio a questi temi.

Per la collana edita “sessismo&razzismo”, edita da Ediesse, abbiamo pubblicato il volume di scritti femministi “Le parole e i corpi. Scritti femministi” di Maria Luisa Boccia, presentato il 27 novembre presso la Casa Internazionale delle Donne a Roma, e per il quale sono previsti altri eventi promozionali durante i prossimi mesi, dopo i numerosi svolti nel 2018.

Abbiamo proseguito nella pubblicazione della nostra rassegna stampa e nel percorso di realizzazione di una piattaforma digitale (“Think Digi Tank”) pensata per la condivisione di materiali testuali, audio e video, oltre che per l’organizzazione di attività che interessano il nostro centro studi e non solo. Abbiamo inoltre dedicato numerosi incontri al tema del rapporto fra Stato ed economia, tra i quali il seminario “Reddito di cittadinanza. Non basta la parola”. Ampia è stata la consueta offerta di iniziative culturali, dalle presentazioni di libri all’organizzazione di seminari.

Le sedi regionali hanno avviato molto positivamente la loro attività di organizzazione di iniziative culturali e di discussione politica. Da segnalare in particolare il ciclo di seminari “Capire il presente. Parole della politica” del CRS Toscana.

Sul versante formativo, abbiamo proseguito le positive esperienze della Scuola Critica del Digitale e del ciclo seminariale sul tema Accesso alla giustizia delle donne: quale differenza?. A maggio si è concluso il percorso formativo e di ricerca “Cerchiamo ancora: capitalismo e società all’inizio del XXI secolo”, dove a un’analisi di tipo prevalentemente socio-economica si sono affiancate riflessioni di stampo filosofico, politico e linguistico. Inoltre, sempre a maggio, abbiamo presentato il rapporto finale del primo laboratorio di ricerca all’interno del progetto “Punto zero”, dedicato a Persuasori Social: trasparenza e democrazia nelle campagne elettorali digitali”, svolto in collaborazione con il Centro Nexa e la Fondazione P&R e pensato per coinvolgere istituzioni pubbliche, giornali, partiti, sindacati ed imprese, in un dialogo di approfondimento e di collaborazione tra parti differenti. Inoltre, su affidamento dell’ IRPET (Istituto Regionale Programmazione Economica Toscana), è stato svolta una ricerca rivolta alle autonomie e ai nuovi assetti istituzionali a livello regionale. Nonostante le crescenti difficoltà economiche che interessano il settore della ricerca politico-culturale, abbiamo cercato anche nel 2018 di mantenere un impegno all’altezza delle sfide che i tempi ci propongono.

Qui il resoconto completo in pdf delle attività del 2018 e il programma 2019

 

OGGI E DOMANI

Anche il 2019 ci pone di fronte ad appuntamenti che richiedono un’attenzione costante da parte di un’organizzazione come la nostra, dotata non solo di una storia prestigiosa ma di uno sguardo critico sul presente e sul futuro, su una società sempre più complessa e irrisolta e su una politica che vacilla. In questo senso si rafforza l’attenzione dedicata ai vari aspetti critici del nostro tempo, quali la questione ambientale, la crescente diseguaglianza, l’aumento delle tensioni fra regioni e grandi potenze e l’insorgere sempre più evidente di valori pericolosamente reazionari e illiberali.

Pertanto, alle nostre attività formative dedicate ai temi del femminismo, alla visione critica del digitale e allo studio del rapporto fra economia e società, che proseguiranno con nuovi corsi, si affiancheranno iniziative di studio su temi di respiro internazionale dedicati al ruolo dello Stato e all’insorgere delle nuove destre. Per quanto riguarda il panorama nazionale e locale, numerose sono invece le iniziative già messe in campo dedicate alle studio dei fenomeni politico-culturali, a cui sono ad esempio rivolti i nuovi appuntamenti dedicati ai sovranismi ed alla rilettura critica dei classici sul fascismo e l’anti-fascismo. A questi si aggiungono la presentazione insieme ad IRPET del rapporto sulle autonomie ed alcuni convegni sempre riconnessi a questo tema. Altri angoli dedicati alla riflessione letteraria e artistica saranno costruiti e ampliati nel corso dell’anno, tra essi sicuramente la serie di seminari “Conversazioni di poesia” e la mostra pittorica “Un ritratto per Pietro Ingrao”. Sti sta svolgendo infine l’importante e accurato lavoro di riordino dell’intero “Archivio Ingrao”.

In un‘ottica di sviluppo e di allargamento delle relazioni territoriali, si rafforza il rapporto con alcune associazioni come ARS e Aamod. Si ampliano inoltre le iniziative promosse dal CRS Toscana e del CRS Campania; ha già avuto inizio il secondo ciclo di “Capire il presente. Parole della politica”.

In ogni caso, gli sforzi che dedichiamo ai nostri studi e alle nostre iniziative sarebbero insufficienti senza il vostro sostegno, senza il vostro contributo di passione e d’idee. Per questo vi chiediamo di continuare a essere partecipi del nostro impegno politico-culturale iscrivendovi all’associazione CRS.

 

COME ISCRIVERSI…

È possibile tesserarsi come:

  • socio ordinario – quota annuale minima 20 euro
  • socio sostenitore – quota annuale minima 100 euro (dà diritto ad avere in omaggio i numeri di Democrazia e diritto dell’annualità 2018)

La quota associativa può essere versata con un bonifico bancario intestato a:

CENTRO PER LA RIFORMA DELLO STATO ONLUS
Banca di Credito Cooperativo – Agenzia di Roma 21
IBAN: IT96A0832703221000000002925

indicando come causale del bonifico “quota associativa annuale”. Contattandoci via mail all’indirizzo crs@centroriformastato.it potete concordare modalità alternative di pagamento.

 

CHE COSA VI PROPONIAMO…

Chi sottoscriverà la tessera di socio nel 2019 (ordinario o sostenitore) potrà ottenere in omaggio 4 volumi della nostra rivista “Democrazia e diritto” a scelta tra i seguenti*:

1-2/2010 – I cinquant’anni di Democrazia e Diritto
3-4/2010 – Il populismo
1-2/2011 – Le culture giuridiche dell’Italia unita
3-4/2011 – Sistema politico e Magistrature
1-2/2012 – Dopo i tecnici

*per ricevere i volumi è necessario effettuare una comunicazione esplicita, indicando i numeri scelti e l’indirizzo di spedizione con una e-mail all’indirizzo crs@centroriformastato.it . La promozione è valida fino a esaurimento scorte.

Inoltre, gli iscritti avranno agevolazioni sulla partecipazione alle nostre attività di formazione, sulla fruizione dei materiali editoriali e l’utilizzo della piattaforma digitale.

 

SI PUO’ SOSTENERE IL CRS ANCHE ATTRAVERSO LE EROGAZIONI LIBERALI…

…che permettono di avvalersi della detraibilità dalle imposte delle somme versate al CRS Onlus ai fini della dichiarazione dei redditi.
Per ottenere questi benefici fiscali il sottoscrittore deve versare le liberalità con bonifico bancario a favore di:

CENTRO PER LA RIFORMA DELLO STATO ONLUS
Banca di Credito Cooperativo – Agenzia di Roma 21
IBAN: IT96A0832703221000000002925

…CON LA DESTINAZIONE DEL 5 PER MILLE DELL’IRPEF…

Al momento della dichiarazione dei redditi, firmando nello spazio destinato al “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settore di cui all’art. 10, c. 1, lett. a), del D. lgs. n. 460 del 1997” e indicando il codice fiscale: 97037820582

…OPPURE ATTRAVERSO…

l’abbonamento alla rivista Democrazia e diritto.

Per abbonarsi è sufficiente versare l’importo di euro 94,50 tramite bonifico bancario a:

FONDAZIONE CRS – ARCHIVIO INGRAO
Banca di Credito Cooperativo – Agenzia di Roma 21
IBAN: IT07Z0832703221000000002932

Causale: Abbonamento DeD (specificare anno)

Per acquistare singoli articoli: francoangeli.it/riviste

Share This