Europa, come ti vorrei. Presentazione documento

Lunedì 20 maggio presso la sede del CRS a Roma è stato presentato il documento “Europa, come ti vorrei”, nel quale sono raccolti i temi e le proposte discusse nel seminario omonimo promosso da CRS e Ars il 16 marzo scorso. Firmatari del documento sono CRS, Ars e Cdc. Disponibili, oltre al documento, il video della conferenza e il comunicato stampa

Europa, come ti vorrei. Presentazione documento

Qui il PDF del documento

Ass. Sinistra: “Pratichiamo l’Europa con Istituzioni, partiti e associazioni sul campo”

Si è aperta con il saluto e la solidarietà a Radio Radicale da parte del Presidente dell’Ars, Vincenzo Vita, la conferenza stampa di presentazione del documento, “Europa, come ti vorrei”, svolta oggi all’interno della sede del CRS in Via della Dogana Vecchia. “Si tratta del frutto di una discussione plurale – ha spiegato Vita -, tra ‘Associazione per il rinnovamento della sinistra’ (Ars), il ‘Centro per le riforme dello Stato’ e il ‘Coordinamento per la democrazia costituzionale’”. “Hanno aderito individualmente a questo documento anche il portavoce della ‘Rete dei numeri pari’ Giuseppe De Marzo e Filippo Miraglia della Presidenza Arci”, ha aggiunto Vita. “Il documento – spiega il presidente Ars – non dà indicazioni di voto, però i temi che vengono proposti qui da quelli femministi, a quelli sul digitale, fino alle parti su immigrazione e cittadinanza sociale, rappresentano un contributo politico e programmatico alla costruzione di una nuova prospettiva di sinistra”. “Si tratta di un corpo di proposte che si oppone sia alle tendenze neo liberiste imperanti sia alle derive populiste e sovraniste”, illustra ancora Vita.

La Presidente del Crs Maria Luisa Boccia ha poi sottolineato come, “l’intento del documento non è solo quello di parlare al Parlamento europeo che si insedierà dopo il voto”. “Ci interessa interloquire anche con quelle forze e realtà sul campo perché a nostro avviso sono proprio questi soggetti che dovrebbero uscire dalla dimensione prettamente nazionale. Noi non vogliamo predicare un modello astratto di Europa. Vogliamo praticare l’Europa”, ha aggiunto. Per il Portavoce del Coordinamento per la Democrazia costituzionale Alfonso Gianni la priorità è “quella di promuovere un processo costituente che porti l’Unione ad adottare una Costituzione condivisa dai popoli”.

Roma, 20 maggio 2019

 

Ordine interventi

  • Vincenzo Vita: 10 min 10 sec
  • Maria Luisa Boccia: 7 min 6 sec
  • Alfonso Gianni: 17 min 29 sec
  • Bianca Pomeranzi: 5 min 57 sec
  • Vincenzo Vita (conclusioni): 2 min 31 sec

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share This