“La sinistra radicale in Europa”. Ascolta l’audio

Il 29 e 30 ottobre 2015 si è tenuto a Roma il seminario “Radical Left in Europe: Potential allies or systemic challengers for Social Democracy?” organizzato dal CRS con la Foundation for European Progressive Studies (FEPS) e la Fondazione Ebert

“La sinistra radicale in Europa”. Ascolta l’audio

E’ disponibile la registrazione audio del seminario “Radical Left in Europe: Potential allies or systemic challengers for Social Democracy?”, che si è tenuto a Roma il 29 e 30 ottobre 2015, all’Hotel delle Nazioni, in via Poli 6.

L’iniziativa è stata organizzata dal CRS, dalla Foundation for European Progressive Studies (FEPS) e dall’ufficio romano della Fondazione Ebert.

Nella sessione di apertura Nicola Genga, direttore del CRS, ha presentato il rapporto di ricerca “The Radical Left in Europe since 1989. Unfit and unwilling to govern?“, frutto del progetto a cui hanno partecipato 9 fondazioni europee e, a titolo personale, vari ricercatori indipendenti o studiosi attivi nel mondo accademico. A seguire si è tenuto il panel “The electoral challenge of the Radical Left”, mentre la sessione mattutina del 30 ottobre, introdotta da Massimo D’Alema, ha ospitato i panel “The democratic challenge of the Radical Left” and “The European dimension of the Radical Left”.

Sono intervenuti Luke March, autore del volume del 2011 “Radical Left Parties in Europe“, Paul Magnette (studioso e attuale capo di governo della Regione belga della Vallonia), Brando Benifei e Javi Lopez (europarlamentari), Walter Tocci, Maria Luisa Boccia (presidente del CRS)Ernst Hillebrand (nuovo direttore della sede FES di Roma), Oriol Bartomeus (Università di Barcellona), Marco Damiani (Università di Perugia), Maria Freitas (FEPS), Pasqualina Napoletano (CRS, ex europarlamentare), Loris Caruso (Università Milano Bicocca) e Maciej Konieczny (Poland Razem’s Party).

Hanno partecipato alla discussione studiosi e uomini politici tra cui Stefano Fassina, Alfonso Gianni e Roberto Musacchio.

Hanno moderato il dibattito Ania Skrzypek (FEPS), Michael Braun (FES) e Stefano Rizzo (CRS).

A seguire l’audio delle sessioni (in lingua originale).

 

Radical Left in Europe Seminar. First session by Redazione on Mixcloud

Radical Left in Europe Seminar. Second session by Redazione on Mixcloud

Radical Left in Europe Seminar. Third session by Redazione on Mixcloud

Radical Left in Europe Seminar. Fourth session by Redazione on Mixcloud

1 commento

  1. Giuseppe Parrone

    La sinistra che vorrei, che sia radicale o meno poco importa, dovrebbe essere una sinistra che parla di qualcosa ormai dimenticata da tutti: COME RAGGIUNGERE LA PIENA OCCUPAZIONE. Parlare di piena occupazione significa parlare di SOVRANITA’ MONETARIA, senza la quale il raggiungimento è impossibile. Se poi pensiamo che una sessione verrà aperta da Massimo D’Alema, presidente di quel centro di potere chiamato Italianieuropei, che in passato, buttandosi a corpo morto a sostegno del governo Monti e delle sue scelte, ebbe a rivendicare “la collaborazione di molti esponenti del nuovo esecutivo con la Fondazione Italianieuropei”, ho qualche dubbio che la NUOVA SINISTRA, che si vuole realizzare, stia andando nella direzione giusta.

    Rispondi

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share This