Osservatorio Geopolitico sulle Elites Contemporanee (GeopEC)

L’Osservatorio Geopolitico sulle Elites Contemporanee (GeopEC) si propone di monitorare gli assetti geopolitici contemporanei concentrando la propria attenzione sulle élite.

Osservatorio Geopolitico sulle Elites Contemporanee (GeopEC)

geopecL’Osservatorio Geopolitico sulle Elites Contemporanee (GeopEC)  costituito a Roma il 9 gennaio 2006 per iniziativa del Presidente del “Centro per la Riforma dello Stato” (CRS) Mario Tronti e di Rita di Leo (docente emerito di Relazioni Internazionali all’Università “Sapienza” di Roma) si propone di monitorare gli assetti geopolitici contemporanei concentrando la propria attenzione sulle élite.

Attraverso la comparazione tra casi, l’Osservatorio mira a mettere a fuoco le strategie delle élite, nazionali e transnazionali, politiche ed economiche, all’interno delle dinamiche di poteri e interessi che attraversano il mondo d’oggi.

Le attività del GeopEC si concentrano su: Europa e Stati Uniti, Russia e Cina, Medio Oriente, India e spazio ex-sovietico.

L’Osservatorio si avvale del contributo di studiosi di differenti ambiti disciplinari e specializzazioni areali, nonché della collaborazione di istituzioni universitarie e centri di ricerca.

PROGETTO SCIENTIFICO GEOPEC

Le élite hanno oggi la legittimazione del proprio ruolo in paesi e popoli differenti, come causa ed effetto dell’emarginazione della politica, ancorata a ideologie e partiti. Il focus della legittimazione sta nel senso comune diffuso per cui le élite contemporanee svolgono una funzione di consensuale utilità. Esse controllano le risorse del paese in modo tale da soddisfare sia le proprie aspettative e sia quelle dell’individuo, produttore, consumatore, elettore.

Il potere delle élite ha la sostanza di un rapporto diretto a due: individuo-èlite mentre ha la forma del governo delle politiche pubbliche, basato sulla democrazia presidenziale e sul sistema elettorale maggioritario.

L’attività di ricerca in programma riguarda il ruolo e potere delle élite, analizzate attraverso la comparazione di tre profili:

  • il politico professionale
  • il politico-bu­si­nes­sman
  • il politico teocratico

L’analisi tiene conto di fattori quali l’estra­zio­ne sociale, la formazione, la provenienza professionale e l’asce­sa politica, ma soprattutto privilegia il rapporto dei tre tipi di élite con le forme della politica.

La ricerca pone a confronto i tre ideal tipi di élite già richiamati con i tre ideal tipi di politica:

  • la politica di potenza
  • politica di progetto
  • politica di interessi

L’obiettivo della ricerca è verificare se la forma della politica verso cui oggi le élite si stanno universalmente orientando siano la politica degli interessi e/o governo delle politiche pubbliche, intrinseca al politico businessman. E, nello specifico, se ciò vale sia per il ceto politico professionale europeo sia per il ceto teocratico extraeuropeo.

Direttore

Rita di Leo

Comitato scientifico

Luigi Bonanate, Marco Cilento, Josif Diskin, Ida Dominjanni, Domenico Fruncillo, Fortunata Piselli, Gian Enrico Rusconi, Alfredo Saad-Filho, Marisa Siddivò, Leopold Specht, Walter Tocci, Alessandro Triulzi, Mario Tronti

Libri GEOPEC

Rita di Leo: IL RITORNO DELLE ELITES, 2012, Roma, ManifestoLibri

Marco Cilento (a cura di): LE ELITES CONTEMPORANEE, 2013, Roma, Edizioni Nuova Cultura

Antonio Cantaro (a cura di): DOVE VANNO LE PRIMAVERE ARABE?, 2013, Roma, Ediesse

Marco Cilento: DEMOCRAZIA (IN)EVITABILE. Lezioni dal mondo post-sovietico, 2013, Milano, Egea

 

2 Commenti

  1. Edoardo Pizzoli

    Vorrei contattare la Professoressa Rita di Leo per la presentazione di un suo libro all’ANPI. Potrei avere un suo contatto email o telefonico? Grazie

    Rispondi
    • Simone Furzi

      Gentile Edoardo, ci scusi per il ritardo, ma essendo il suo commento stato apposto sotto un vecchio articolo, non correntemente all’attenzione, è stato visualizzato casualmente, ahimé, circa un mese dopo.
      Le invio l’e-mail della Prof. Di Leo: rita.di.leo@alice.it. E le indico inoltre anche l’e-mail del CRS, qualora le servisse per altre future comunicazioni: crs-info@dol.it.
      Le rinnovo le nostre scuse e le auguro una buona giornata.
      Cordiali saluti

      Rispondi

Trackback/Pingback

  1. ? Il progetto “Le élite degli italiani all’estero. Percorsi di ricerca” | L'altraitalia - […] all’estero. Percorsi di ricerca” promosso dal Centro per la Riforma dello Stato (CRS), dall’Osservatorio Geopolitico sulle Elites Contemporanee (GeopEC), …

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share This