I facili entusiasmi digitali al tempo della pandemia

In un momento in cui il distanziamento sociale diventa un obbligo, gli strumenti digitali che favoriscono un “riavvicinamento” possono apparire come una manna, indispensabile cura anche contro gli effetti pandemici del virus. Bisogna guardarsi dai rischi che l’uso di questi strumenti comporta e non dimenticare le diseguaglianze che si sforzano di coprire.
Riceviamo e pubblichiamo un contributo di Maria Alessandra Panzera

Dibattito: América Latina: ¿Qué pasa? La struttura produttiva latinoamericana: causa e soluzione del problema della crescita

L’America Latina sembra ricorsivamente in procinto di raggiungere il benessere dei paesi del primo mondo, ma è la sua struttura produttiva a farne una continua promessa mancata dello sviluppo economico. L’iniqua distribuzione del capitale, la bassa produttivà e la scarsa specializzazione delle sue imprese la confinano in un stato d’inefficienza e di enormi disuguaglianze. Lavorare su questi elementi, anche attraverso un migliore dialogo con l’UE, è fondamentale per la risoluzione dei suoi problemi. Un contributo di Federico Nastasi e Giovanni Stumpo per il CiSPI

Il fantasma balordo della guerra

Non una cosa completamente infondata, ma rischiosa, pericolosamente imprecisa. Il balordo è anche sciocco, uno «tardo d’intendimento», come recita un vecchio dizionario. Un articolo di Alberto Leiss per la rubrica “In una parola” de “il manifesto”

Coronavirus e carcere, per il diritto alla salute

Governare l’emergenza coronavirus non è facile, tanto meno lo è in carcere. I provvedimenti che comportino limitazioni della libertà personale devono rispettare criteri di proporzionalità, non dimenticandosi dei diritti personali. Solo all’assunzione di responsabilità collettiva, farà seguito una risposta di responsabilità individuale. Un contributo per “Studi sulla questione criminale”