La Rassegna Stampa del CRS

La nostra selezione di articoli pubblicati tra l’18 e il 24 novembre. INTERNAZIONALE: coronavirus, Argentina, elezioni in Brasile, Perù, Guatemala, USA, UE, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Polonia, Chiesa ortodossa serba, elezioni in Georgia, Nagorno-Karabakh, Turchia, Israele e Palestina, Arabia Saudita, Russia, Sudan, guerra del Tigray, Libia, elezioni in Burkina Faso, Guinea, Afghanistan, Cina, Thailandia, Australia, terre rare, decarbonizzazione, Google, geopolitica europea, migranti, Patrick George Zaky. NAZIONALE: coronavirus, Governo e Regioni, Nord-Sud, Calabria, sanità e RSA, Recovery Plan, ricostruzione economica, sindacati e imprese, aumento della povertà, rider, scuola, giovani e anziani, centri per uomini violenti, revenge porn, evasione fiscale, carcere, mafia e antimafia, giochi politici e futura elezione del Presidente della Repubblica, centrodestra, Berlusconi, PD, M5S, migranti, acqua pubblica, terremoto dell’Irpinia, caso Regeni. CULTURE: il pensiero al tempo del coronavirus, crisi e riforma della democrazia, informazione, Patto d’Assisi, progressismo, femminismo, la prima donna medico, eros digitale, l’intelligenza dei materiali, città, l’inafferabile Dao, il poeta dei rom, La Spagna vuota, Zerocalcare, Barack Obama, Svetlana Aleksievic, Booker Prize, Pci, Antonio Gramsci, Maria Grazia Cutulli, Adriana Zarri, Massimo Campanini

Lo specchio deformante

Ida Dominijanni analizza le conseguenze della sospensione della Convenzione europea dei diritti umani decisa da Erdogan. Il ruolo silente dell’Unione Europea mostra una distanza tra la legittimità popolare e il rispetto dei vincoli internazionali cui è chiamato un capo di stato

Muri di impotenza

Né i ferri spinati né le polizie violente riusciranno a ristabilire quei confini che la spinta della necessità e il desiderio di libertà continueranno ad abbattere, e nessun muscolo identitario serrato a protezione dell’io o del “noi” riuscirà a evitare il contagio inevitabile, e salutare, con l’altro e con “loro”. Un contributo di Ida Dominijanni.